MENOPAUSA

Con il termine MENOPAUSA si indica la definitiva cessazione  dei cicli mestruali spontanei.

 In  Italia l'età media alla menopausa  è di 51,4 anni, mentre l'aspettiva media di vita nel nostro paese  è  aumentata costantemente nel tempo fino ad arrivare 85 anni.


DISTURBI NEL PERIODO DELLA MENOPAUSA

In menopausa spesso  sono presenti  sintomi, i più frequenti  sono:

  • vampate di calore e sudorazione,
  • insonnia e cattiva qualità del sonno,
  • irritabilità, ansia, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria
  • diminuzione della libido,
  • secchezza vaginale e difficoltà nei rapporti sessuali,
  • disturbi urinari, dolori articolari e palpitazioni

Alcuni sintomi sono in molti casi  transitori, quelli legati all'atrofia dei tessuti persistono e tendono a peggiorare nel tempo. 

In molte persone i sintomi possono durare anni e le vampate di calore in circa il 10% delle donne durano per sempre.

Possibili sintomi in menopausa
Possibili sintomi in menopausa

Questi disturbi sono dovuti, con meccanismi solo in parte  chiariti, alla carenza di estrogeni e testosterone.

Indipendentemente dai sintomi in menopausa spesso compaiono o peggiorano nel corso degli anni alcuni  fenomeni degenerativi.

Come tutti sappiamo in menopausa  aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e  c'è un progressivo deterioramento di tutti i connettivi,

con perdita di elasticità  di cute, mucose, cartilagini articolari, perdita di massa e forza muscolare e diminuzione della densità ossea,  con osteporosi soprattutto a carico di vertebre e collo del femore, con grande  aumento del  rischio di fratture in età anziana.

Se i disturbi della menopausa  interferiscono in modo significativo con la vita di una donna e se ci sono fattori di rischio  si può iniziare una terapia ormonale sostitutiva (TOS o  HRT = Hormonal Replacement Therapy)  qualora non vi siano controindicazioni mediche e se la donna lo desidera.

vertebra osteoporotica
vertebra osteoporotica

In Italia  la causa più frequente di morte nelle donne è rappresentata dalle malattie cardiovascolari, causa frequente di invalidità e di  mortalità  sono   le fratture osteoporotiche vertebrali e femorali in età anziana e il maggior responsabile di  mortalità tra le donne per motivi   oncologici è il tumore del colon-retto.

 

osso sano           e       osteoporosi
osso sano e osteoporosi

TERAPIA ORMONALE SOSTITUTIVA  (TOS o HRT)

variazione del livello di estrogeni nel corso della vita
variazione del livello di estrogeni nel corso della vita

E’ certo che in menopausa gran parte del dissesto funzionale neuroendocrino e delle molteplici manifestazioni distrofiche sono determinate dall’ipoestrogenismo. 

Appare quindi logico ripristinare con un’adeguata terapia sostitutiva livelli estrogenici simili a quelli dell’età fertile.

Con Terapia Ormonale Sostitutiva (TOS) o Hormonal Replacement Therapy (HRT) si intende la somministrazione  di quegli ormoni (soprattutto estrogeni, ma anche progesterone e androgeni ) che nel corso  della vita hanno accompagnato la donna e ne hanno caratterizzato  la femminilità  e che in menopausa l'organismo   non produce più o produce in misura minore.

Gli obiettivi della terapia sono da un lato il trattamento dei disturbi presenti e dall'altro la  prevenzione e il mantenimento della salute nella terza età.

Gli stili di vita hanno una notevole importanza : una dieta adeguata ed una regolare attività fisica esercitano un ruolo protettivo nei confronti delle più frequenti patologie in postmenopausa, al contrario abitudini scorrette come il fumo, il sovrappeso e la sedentarietà rappresentano fattori di rischio per numerose forme morbose.

Grazie alle migliori condizioni di vita nel secolo scorso la vita media nel nostro paese è aumentata notevolmente, ma purtroppo  si è molto prolungato  anche il periodo di vita trascorso in cattive condizioni di salute .



I  fini della Terapia  Sostitutiva sono :

  • Eliminare  i disturbi che insorgono nel periodo   peri e post-menopausale e che possono prolungarsi nel tempo.
  • Prevenire o rallentare alcune patologie  contribuendo a  mantenere una buona qualità di vita e salute nella terza età.
  • Il migliore effetto preventivo sulle fratture osteoporotiche si ottiene quando la terapia viene avviata all'inizio della menopausa  e  prolungata per almeno  5 anni.
  • Ci sono crescenti evidenze scientifiche che la terapia sostitutiva riduca il rischio del tumore del colon-retto : tumore  molto aggressivo  e frequente nelle donne. 

In caso di menopausa  precoce e prematura  (cioè che avviene rispettivamente prima dei 40 e dei 45  anni) la carenza ormonale  per più di metà della vita può causare gravi danni, mentre  i rischi legati alla terapia  fino all'età fisiologica di 50  anni non aumentano!

Occorre sottolineare che la TOS  è l’unica in grado di garantire:

  • una adeguata risoluzione dei sintomi menopausali attuali spesso rilevanti e che costituiscono la ragione più comune di consulto medico;
  • una contemporanea prevenzione di quelli a breve-medio termine (atrofia genito-urinaria e fenomeni distrofici a carico di cute e connettivi) e di quelli tardivi (osteoporosi).

La TOS è il trattamento più efficace per i sintomi tipici da carenza estrogenica determinando un miglioramento della qualità della vita.

La terapia locale si usa quando i sintomi prevalenti sono a carico di vulva, vagina e vescica: secchezze vaginale, dolore ai rapporti sessuali e disturbi urinari.

Può essere effettuata con diversi farmaci: creme intravaginali, ovuli,  oppure  anello intravaginale  che rilascia ormone per 3 mesi.


FITOESTROGENI

Oltre ai farmaci veri e propri è possibile anche utilizzare integratori alimentari di origine vegetale, i  cosiddetti fitoestrogeni, che danno a volte risultati interessanti sia nel sollievo dei sintomi generali e locali, che nella prevenzione dell'osteoporosi ad es. fitoestrogeni derivati da trifoglio rosso o soja e resveratrolo.