CONTRACCEZIONE 

METODI   ANTICONCEZIONALI

 La contraccezione comprende tutti i  metodi che si usano

 per evitare le gravidanze non desiderate.

I metodi contraccettivi devono essere: accettabili, efficaci, economici e reversibili.

I diversi metodi contraccettivi possono agire a diversi livelli :

  • impedendo  l'ingresso degli spermatozoi nell'utero e nelle tube
  • bloccando l'ovulazione
  • modificando il muco cervicale e l'endometrio (mucosa che riveste l'interno dell l'utero)

CONTRACCETTIVI ORMONALI

Pillola combinata estro-progestinica (diversi tipi in commercio)

Anello vaginale  estro-progestinico (NUVARING)

Cerotto estro-progestinico (EVRA)

Pillola solo progestinica (diversi tipi in commercio)

Impianto sottocutaneo progestinico (NEXPLANON)

cerotto  a rilascio  estro-progestinico
cerotto a rilascio estro-progestinico

La scelta del contraccettivo ormonale, che si ottiene  solo con prescrizione medica,  viene effettuata assieme alla paziente tenuto conto  di eventuali problemi medici e personali.

pillole
pillole

I contraccettivi estroprogestinici e progestinici agiscono bloccando l'ovulazione e modificando muco cervicale ed endometrio.

La pillola deve essere assunta con regolarità ogni giorno alla stessa ora per 21-24 o 28 giorni al mese a seconda del tipo.

Nei diversi  contraccettivi ormonali  cambia  la via di assorbimento dei principi attivi : può essere la mucosa gastrica (pillola !), la pelle (cerotto), la mucosa vaginale (Nuvaring) , ma il meccanismo d'azione è lo stesso. 

NUVARING

come si inserisce il Nuvaring
come si inserisce il Nuvaring

Il Nuvaring è un anello di materiale sintetico che rilascia estrogeno e progesterone nella quantità necessaria per tre settimane.

L'inserimento e la rimozione sono semplici e  vengono fatte dalla donna stessa ogni mese, se correttamente inserito l'anello non da  fastidio, non viene avvertito dal partner e non interferisce col rapporto sessuale.

Il cerotto va applicato su cute asciutta e pulita in genere in regione lombare o sul braccio e rilascia i principi attivi per una settimana e deve essere sostituito ogni sette giorni. Con entrambi i  metodi l'assorbimento ormonale è costante e non può essere influenzato da dimenticanze o disturbi gastro-intestinali. 

IMPIANTO SOTTOCUTANEO NEXPLANON

Nexplanon
Nexplanon

E' un sistema contraccettivo a lungo termine sotto  forma di una sottile  asticella di materiale sintetico lunga 4 mm che viene inserita sotto la pelle nell'avambraccio .

L'inserimento avviene  ambulatoriamente, in  anestesia locale e dopo l'inserimento si applica un  bendaggio leggermente compressivo.

Rilascia progesterone per tre anni  e determina modificazioni del ciclo non prevedibili in anticipo, che vanno dall'amenorrea (assenza totale di mestruazioni), a cicli mestruali regolari o irregolari, a perdite ematiche discontinue.

Ho ottenuto l'abilitazione  all'inserimento del nuovo dispositivo sottocutaneo a rilascio di Progesterone (NEXPLANON)  e ad oggi ho già eseguito più di 80 applicazioni e alcune rimozioni.

METODI DI BARRIERA

DIAFRAMMA VAGINALE  E CONDOM

Sono metodi che impediscono l'ingresso degli spermatozoi nell'utero.

Il diaframma vaginale  è un anello di materiale semi-rigido coperto da una coppa di lattice che viene usato ad ogni rapporto dalla donna  che lo introduce e lo toglie da sola.

Deve essere sempre usato in associazione con uno spermicida che rimane a contatto col collo dell'utero . La  misura deve essere valutata dal medico o dall'ostetrica.

Il  condom è un buon sistema contraccettivo,  deve essere usato ad ogni rapporto e con grande attenzione.


DISPOSITIVI ENDOUTERINI

Mirena IUD
Mirena IUD

Lo I.U.D. (Intra Uterine Device) è un metodo contraccettivo a lungo termine, in origine era costituto solo da materiale inerte,  oggi  è in genere dotato di un filo di rame.

Il termine "spirale" è usato solo in Italia e  deriva dal fatto che il primo IUD  in uso da noi (Lippes Loop), aveva una forma a serpentina!

La spirale viene inserita nell'utero dal ginecologo negli ultimi giorni del ciclo mestruale ed è una procedura in genere leggermente dolorosa.

Nei primi 2-3-mesi dopo l'inserimento ci sono di frequente flussi mestruali più abbondanti ,sanguinamenti irregolari e/o mestruazioni più dolorose. Questi  sintomi  in genere  si risolvono e  l'efficacia  dello IUD dura da 3 a 5 anni a seconda del tipo.

Questo contraccettivo è adatto alle persone che hanno già partorito, sia perchè meglio tollerato, sia perchè anche se molto raramente  può facilitare infezioni dell'apparato genitale interno.

Si può usare nelle nullipare se esistono reali controindicazioni mediche o insuccessi  di altri metodi.

 

2 tipi di IUD
2 tipi di IUD

Oltre alla tradizionale "spirale" con il rame, sono oggi  disponibili IUD a rilascio locale  di progesterone (MIRENA e  JAYDESS), che riducono la quantità del flusso mestruale  a volte fino all'amenorrea (assenza totale di mestruazioni) e vengono usate anche a scopo terapeutico,  in caso di metrorragie e mestruazione frequenti.

Queste spirali sono in genere meglio tollerate di quelle col rame.

La scelta del tipo di IUD dipende dalle dimensioni e dalle caratteristiche dell'utero, dalla parità (numero di gravidanze avute) e dalle caratteristiche dei flussi mestruali.

 

CONTRACCEZIONE D'EMERGENZA

principio attivo: Levonorgestel
principio attivo: Levonorgestel

L' intercezione postcoitale (pillola del giorno dopo) ha lo scopo di impedire il concepimento dopo un rapporto non protetto.

Esistono oggi in commercio due  farmaci per l'intercezione post-coitale, uno a base di un progestinico (levonorgestrel) da assumere possibilmente entro 72 ore dal rapporto a rischio, ma la sua efficacia è molto maggiore se assunto entro 12 ore.

principio attivo Ulipristal acetato
principio attivo Ulipristal acetato

 

Il secondo farmaco di più recente introduzione a base di ulipristal acetato, funziona con un meccanismo diverso dal primo e si può usare per  5 giorni, la legge italiana richiede di effettuare un test di gravidanza prima della prescrizione. 

Con entrambi i farmaci dopo l'assunzione bisogna evitare altri rapporti a rischio, nei giorni successivi possono comparire perdite di sangue irregolari e la mestruazione successiva spesso  non è regolare.

spermatozoi
spermatozoi

Il ricorso a questi farmaci che non sono abortivi , in quanto la gravidanza non è ancora iniziata,  deve essere una evenienza eccezionale che non può sostituire una contraccezione efficace e programmata.

Questi farmaci  devono essere prescritti dal medico con ricetta non ripetibile e il loro successo  è del 95-98%.


ASTINENZA PERIODICA - Metodi "NATURALI"

I cosiddetti metodi naturali dal punto di vista medico sono più correttamente definiti come metodi  basati sull'astinenza periodica,  perchè  hanno lo scopo di evitare i rapporti sessuali nei giorni in cui probabilmente avviene l'ovulazione.

Hanno un'efficacia medio-bassa in quanto in realtà non esistono indici diretti che ci dicono con certezza  quando sta per avvenire l'ovulazione , ma solo eventi aspecifici   che accompagnano  l'ovulazione: cioè  picchi ormonali, variazioni di aspetto del muco cervicale e innalzamento della temperatura corporea, che possono avvenire anche per altri motivi.

Alcuni metodi utilizzano il calcolo di probabilità (Ogino-Knauss),  altri l'osservazione del  muco cervicale (Billings)  e la misurazione della  temperatura basale , altri (Metodo sintotermico) utilizzano 3 indici contemporaneamente.

Sono metodi che richiedono buona collaborazione e motivazione di coppia, una lunga fase preparatoria con rilevazione e annotazione più volte al giorno degli indici e in genere richiedono lunghi periodi di astinenza, indicati in caso  di  motivazione etico-religiosa.

Sono metodi in genere  poco validi, in particolar modo  non adatti a persone giovani e inesperte, durante l'allattamento, in caso di amenorrea o in climaterio.